Rivista per Abbigliamento Ciclismo, Maglie Giro d'Italia Magazine

Giro d’Italia 2018, la Riviera si tinge di rosa

Yates, 26 anni, ha attaccato negli ultimi due chilometri del palco 163 km sull’Etna con i suoi rivali per la classifica generale incapace di reagire. Buona gara anche di Formolo, quinto sul traguardo, nono Pozzovivo. La maglia rosa resta, però, sempre indosso all’australiano Rohan Dennis che incrementa anche se di poco il vantaggio sui suoi diretti concorrenti.

La Riviera torna a tingersi di rosa. No, non per la Notte rosa: al Capodanno dell’estate mancano ancora un paio di mesi. L’occasione sarà il ritorno del Giro d’Italia,  Il Giro è arrivato in Sicilia: ecco alcune bellissime foto, come questa di Fabrizio Villa che riprende Catania. Abbiamo sentito un’atmosfera così calda sulla scena.

Vittoria del colombiano Esteban Chaves davanti al compagno di squadra Simon Yates che veste la maglia rosa.

Tim Wellens ha vinto la quarta tappa del Giro d’Italia

Tim Wellens (Lotto Fix All) ha colto una bellissima ed entusiasmante vittoria sul traguardo di Caltagirone, al termine di un impegnativo strappo, dove si è conclusa la quarta tappa del Giro d’Italia.

Vince Tim Wellens, uno dei favoriti di giornata, nel palmares stagionale anche la Freccia del Brabante. Una caduta (e poca brillantezza nel finale?) costano tempo prezioso a Fabio Aru e Chris Froome, che perdono rispettivamente 6 e 17 secondi dalla maglia rosa. Per Wellens invece, è la seconda vittoria al Giro dopo la tappa di Roccaraso nel 2016.

Tim Wellens il più brillante è va a prendersi la prima vittoria personale in carriera al Giro d’Italia.

Elia Viviani concede il bis e vince allo sprint anche la 3ª tappa

Viviani, con il tempo di 5h02’09” e alla media di 45,470 km/h, sul traguardo di Eilat, ha preceduto l’irlandese Sam Bennett e il connazionale Sacha Modolo.

Due sprint e due centri, segno di una grande superiorità ma anche di una super squadra a supporto, Elia Viviani concede il bis al 101esimo Giro d’Italia e, dopo il trionfo nella seconda tappa, conquista anche la terza, l’ultima in terra israeliana.Da Be’er Sheva a Eliat si toccheranno anche 40 gradi. Rischio disidratazione, 6200 borracce speciali, ghiaccio triturato. Quanta suspance.

Ama la lotta, quando lancia lo sprint e sente il vento di Elia Viviani che sta sopraggiungendo sceglie il corpo a corpo. Questo è lo spirito dell’atleta.

Terra di Ciclismo Eroica: sugli sterrati stoccata di Zahiri

Tra i più bravi in assoluto anche Scaroni della Petroli Firenze Hopplà Maserati e Andrea Innocenti 19enne della Maltinti Banca Cambiano, così come il colombiano Reyes Rubio.

Andrea Bagioli, spaventato dall’idea di vedersi sfilare la maglia dal coraggioso rivale, a muoversi. al termine del tratto in sterrato, Piccot è riuscito a rientrare sui primi due della classifica generale. A quel punto Bagioli è scattato nuovamente ed ha raggiunto il coraggioso Scaroni, poi battuto in volata. Successo di tappa e di classifica finale, dunque, per Andrea Bagioli, che ha vinto anche la classifica giovani e quella a punti.

Andrea Bagioli (Colpack) a 26″, il quale indosserà la maglia di miglior Under 21, dedicata alla memoria di Luciano Berruti. Sesto Cezary Grodzicki (Palazzago). Ci congratuliamo con loro per la loro vittoria finale.

 

Michael Matthews come un treno: il ciclista vince il prologo

Le doti di velocità nel breve (e anche di discreto cronoman) hanno dato una spinta in più a Michael Matthews che, tra gli ultimi ad arrivare, ha timbrato il tempo di 5’33”.

Michael Matthews ha vinto il prologo del Giro di Romandia. Il ciclista della Sunweb ha fermato il tempo a 5’33” battendo tutti i suoi rivali. Michael Matthews ha vinto il prologo del Giro di Romandia. Il ciclista della Sunweb ha fermato il tempo a 5’33” battendo tutti i suoi rivali.Si apre nel segno di  Michael Matthews  il Tour de Romandie 2018.

L’australiano Michael Matthews ha vinto la prima tappa della 72a edizione del Giro di Romandia, un prologo di 4.02 km per le strade di Friburgo in Svizzera.

Titano XCO seconda tappa del più importante circuito di Cross Country

Buona la prima per Titano XCO, E’ tutto molto bello fin dalla partenza del Titano XCO, che ha dedicato la seconda giornata agli Internazionali d’Italia Series.

Toccoli, come detto l’ha spuntata il ragazzo della Silmax che ha chiuso in 56′ 14”, secondo a 10” Toccoli e podio completato da Fontana che mantiene la leadership nel circuito. Buona la prima per Titano XCO, nonché seconda tappa degli Internazionali d’Italia Series 2018. Il nuovo evento organizzato dalla Federazione Sammarinese Ciclismo, ha vissuto ieri la sua edizione inaugurale al Parco del Montecchio.

E’ tutto molto bello fin dalla partenza del Titano XCO, che ha dedicato la seconda giornata agli Internazionali d’Italia Series. Iniziamo l’evento con noi.

 


Sida 1 av 212