Månadsvis arkiv: september 2019

Mark Cavendish inizierà un nuovo viaggio

Da quando è stato diagnosticato il virus epstein-barr nell’agosto 2018, la carriera di Mark Cavendish ha subito un drammatico declino. Sebbene stesse ancora lavorando molto duramente, non era ancora in grado di indossare la sua maglie ciclismo Dimension Data per il Tour de France di quest’anno. Di conseguenza, era in contrasto con la gestione dei dati sulle dimensioni del team.

Così ha deciso di iniziare un nuovo viaggio. Ha firmato una nuova squadra: la squadra del Bahrain Merida. E indosserà la maglie ciclismo Bahrain-Merida non appena la prossima stagione. La notizia ha suscitato una grande sensazione non appena è stata pubblicata, perché Cavendish è una grande star nel mondo del ciclismo. Ha vinto trenta tappe del Tour de France, mettendolo secondo nella lista di tutti i tempi. Ma in realtà, le sue ragioni per unirsi al team del Bahrain Merida sono comprensibili.

Perché il team nominerà Rod Ellingworth come nuovo direttore generale. Ellingworth ha allenato Cavendish presso l’accademia di ciclismo britannica ed era un tempo il suo allenatore professionista. Quindi Cavendish crede che con l’aiuto di Ellingworth tornerà in vetta.

0 kommentarer

Valverde è ancora un ciclista potente

Molti ciclisti si ritirano prima dei 35 anni, ma Alejandro Valverde è un’eccezione. Anche se ora ha 38 anni, non vuole ancora togliersi la maglie ciclismo Movistar Team. Ma se pensi che non possa ottenere di più, ti sbagli. È ancora un ciclista molto potente.

Nel Tour de Spain di quest’anno, è arrivato secondo nel risultato complessivo, a soli due minuti e 16 secondi dal primo. Il primo è Primoz Roglic dalla Slovenia, che ha appena compiuto 30 anni. Roglic è ai primi posti e negli ultimi anni la sua maglie ciclismo LottoNL-Jumbo è apparsa spesso nelle gare ciclistiche. Dopo aver vinto il Giro di Spagna, è diventato il primo sloveno a vincere la gara ciclistica di livello mondiale.

Tuttavia, in effetti, Valverde non è inferiore a Roglic. Perché quasi tutti i migliori ciclisti del mondo hanno preso parte alla gara ed è il più anziano di loro. Ha sconfitto tutti i concorrenti tranne Roglic. Quindi penso che dovrebbe essere orgoglioso di ciò che ha raggiunto.

0 kommentarer

Dave Brailsford è un ragazzo duro

Il lavoro di ogni uomo ha la sua responsabilità. Per i ciclisti, il loro compito è vincere i campionati. Per i direttori generali delle squadre di ciclismo, è loro responsabilità garantire che la squadra continui a migliorare. Dave Brailsford, direttore generale del Team Sky, è una di queste persone responsabili. Il suo senso di responsabilità ha assicurato al Team Sky la vittoria della maglie ciclismo Tour de France di quest’anno.

Gli fu diagnosticato un cancro alla prostata a febbraio, quando tutti i membri del team si stavano preparando per il Tour de France. È stato un grande shock per lui. All’inizio era spaventato e in perdita. Ma poi si calmò e decise di non dirlo a nessuno. E lavora ancora duramente come sempre. Alla fine, i suoi sforzi hanno aggiunto un altro onore alla maglie ciclismo Team Sky. Il loro talentuoso ciclista Egan Bernal ha vinto quest’anno il Tour de France.

Quindi, Brailsford è un ragazzo duro. Solo recentemente ha rivelato ad altri che aveva il cancro. Ha detto, ”ad essere sincero, sono stato sopraffatto il giorno in cui mi è stato detto che avevo il cancro. Ma per fortuna ho avuto un buon dottore per aiutarmi e mi ha insegnato a combatterlo”.

0 kommentarer

Richard Carapaz si unirà al team Ineos

Quest’anno Richard Carapaz è una stella nascente nel mondo del ciclismo. L’ecuadoriano ha appena vinto la maglie ciclismo Giro d`Italia a maggio, diventando il primo ciclista ecuadoriano a vincere la gara di classe mondiale. Di conseguenza, ha attirato molta attenzione, molti credono che il futuro del ciclista 26enne sia illimitato.

Carapaz è diventato un ciclista professionista nel 2017 e si è unito al team Movistar. Da allora, il suo talento e potenziale sono stati gradualmente eliminati. Ormai è uno dei migliori ciclisti al mondo. Di recente, ha preso una decisione importante: ha deciso di togliersi la maglie ciclismo Movistar Team e di unirsi al team Ineos. Ineos è probabilmente la squadra di ciclismo di maggior successo al mondo e ha vinto innumerevoli onorificenze negli ultimi dieci anni.

Quindi l’intenzione di Carapaz di unirsi al team è chiara: vuole lavorare con il team più forte e vincere più premi. Nel frattempo, Ineos piacerebbe vederlo unirsi a loro, poiché la sua abilità è piuttosto eccezionale, il che renderà la forza complessiva della squadra ad un livello superiore.

0 kommentarer