divise da basket popolari

Isaiah Thomas probabilmente dovrà ritirarsi

Per alcuni giocatori, l’NBA è un luogo in cui realizzare i propri sogni. Ma per altri, l’NBA è un posto triste. Ad esempio, Isaiah Thomas è stato scambiato con i Clippers a febbraio. Tuttavia, è stato licenziato prima ancora di indossare la maglia Los Angeles Clippers. Quindi ora è disoccupato.

Inoltre, deve aspettare opportunità nel mercato aperto. Sfortunatamente, tutte le firme e le negoziazioni dei giocatori sono state recentemente sospese a tempo indeterminato a causa dell’incapacità di riavviare il gioco. Quindi è un po ’depresso. In effetti, era un giocatore abile. Il suo apice fu quando indossò la maglia Boston Celtics. E ha segnato una media di 24,7 punti in 179 partite giocate per i Celtics tra il 2015 e il 2017, che è sicuramente una prestazione da protagonista.

Tuttavia, gli infortuni hanno messo a dura prova le sue capacità. Ha avuto un grave infortunio all’anca durante i playoff 2016-17. Sebbene abbia subito un intervento chirurgico in seguito, la sua abilità non è mai stata ripristinata al livello precedente. Ora che nessuna squadra vuole firmarlo, probabilmente dovrà ritirarsi.

Garnett era un attaccante con molta passione

Domenica scorsa abbiamo sentito l’eccitante notizia che Kevin Garnett è stato inserito nella Hall of Fame della NBA nel 2020. È un grande onore per lui e i suoi fan ne sono molto contenti. Il suo picco di carriera arrivò quando indossò la maglia Boston Celtics. Ha formato un trio super offensivo con Paul Pierce e Ray Allen nella squadra.

A quel tempo, il trio era invincibile e hanno vinto il campionato NBA nel 2008. Tutti i giocatori che avevano giocato con Garnett parlavano molto di lui. Ad esempio, Ray Allen, che in seguito lasciò i Celtics per indossare la maglia Miami Heat, continuava a considerare Garnett il miglior compagno di squadra con cui avesse mai giocato. E nella sua autobiografia ”Dall’esterno”, ha spiegato cosa ha reso speciale Garnett.

”Avevo giocato con molti compagni di squadra, ma nessuno di loro poteva eguagliare Garnett”, ha detto nella sua autobiografia. ”Perché non solo è stato capace, ma non si è mai rilassato in nessun round di qualsiasi partita. È un attaccante con molta passione.”

L’Iguodala è molto importante per il Calore

I Miami Heat hanno avuto i loro alti e bassi negli ultimi anni. La scorsa stagione, non hanno nemmeno fatto i playoff. Ciò ha influito notevolmente sulla reputazione della maglia Miami Heat. Pertanto, la direzione e l’allenatore del team hanno cercato di risolvere il problema. E il mese scorso hanno preso una grande decisione.

Hanno firmato Andre Iguodala con un contratto biennale di $ 30 milioni. L’Iguodala è stata ceduta ai Grizzlies la scorsa stagione. Ma non ha mai indossato la maglia Memphis Grizzlies perché non voleva giocare per la squadra. Di conseguenza, non aveva suonato in 241 giorni prima del debutto del suo Heat il mese scorso. Per questo motivo, la sua esibizione finora non è stata buona. Ha segnato in media 4,4 punti, 3,8 rimbalzi e 2 assist per partita per il Heat. Quindi alcune persone iniziano a pensare che non valga il suo alto stipendio.

A mio avviso, questa opinione è totalmente sbagliata. Perché i Heat lo hanno firmato per l’ovvia ragione che volevano che li aiutasse nei playoff. E la sua abilità è spesso eccezionale nei playoff. Era il MVP delle finali del 2015. Pertanto, è molto importante per il calore.

In che modo Durant è stato infettato dal coronavirus?

La stagione regolare dell’NBA di questa stagione è stata sospesa a causa dello scoppio del nuovo coronavirus e diversi giocatori sono stati infettati, come Kevin Durant. Durant è così sfortunato. Non è stato in grado di indossare la maglia Brooklyn Nets in questa stagione a causa di un infortunio, ma gli è ancora stata diagnosticata un’infezione. Perché?

Sappiamo tutti che il primo giocatore infetto nell’NBA è stato Rudy Gobert. All’inizio Gobert non sapeva di essere infetto e aveva una pessima abitudine personale. Gli piaceva toccare gli altri. Quindi, dopo che gli è stato diagnosticato l’infezione e ha dovuto togliersi la maglia Utah Jazz, il suo compagno di squadra, Donovan Mitchell, è stato rapidamente diagnosticato. Da questo incidente, possiamo capire come è stato infettato Durant. Probabilmente è stato infettato dai suoi compagni di squadra quando era in panchina a guardare la partita.

Speriamo comunque che questi giocatori infetti si riprendano il prima possibile. Anche se non sappiamo quando riprendere il gioco, non importa adesso. La cosa più importante è che tutti stiano a casa e siano al sicuro. Solo in questo modo possiamo distruggere questo coronavirus.

Sion Williamson è un buon esempio da seguire

Se stiamo parlando del giocatore più visto in NBA ora, è Zion Williamson. Ha perso tre mesi di questa stagione a causa di un infortunio al ginocchio destro. Ma quando ha indossato di nuovo la maglia New Orleans Pelicans a gennaio, la sua esibizione ha immediatamente scioccato tutti. Dopo il suo ritorno, ha una media di 23,6 punti, 6,8 rimbalzi e 2,2 assist.

Di conseguenza, molte persone pensano che possa diventare un grande giocatore come Lebron James. Sappiamo tutti che il miglior giocatore della NBA in questo momento è James. E la sua maglia Los Angeles Lakers è amata dagli appassionati di basket di tutto il mondo. Tuttavia, a causa del nuovo scoppio del coronavirus, tutti i giochi NBA furono sospesi, il che fece sì che Sion non fosse in grado di giocare. Ma anche se può solo rimanere a casa, vuole comunque contribuire alla sua squadra.

Di recente ha annunciato che avrebbe pagato il personale di casa dei pellicani per i successivi 30 giorni. E quando gli è stato chiesto perché lo ha fatto, ha detto, ”dopo che sono venuto nella squadra, tutto lo staff mi ha supportato molto. Quindi voglio esprimere la mia gratitudine a loro”. Pertanto, secondo me, è davvero un buon esempio da seguire.

I Rockets dovrebbero scusarsi con Chris Paul

Come tutti sappiamo, Chris Paul è un giocatore di basket molto capace, ma non ha ancora vinto un campionato NBA. Così a giugno 2017 ha scelto di indossare la maglia Houston Rockets e diventare un compagno di squadra con James Harden. Harden era anche una brillante guardia da tiro. Da allora, il super duo era stato un mal di testa per altre squadre NBA.

Sfortunatamente, Paul non poteva ancora aiutare i Rockets a vincere il campionato. Poi, lo scorso luglio, i Rockets hanno preso una decisione brutale: lo hanno scambiato. Quindi in questa stagione deve indossare la maglia Oklahoma City Thunder. Ma è stata davvero la sua incapacità a portarlo a essere scambiato? La risposta è stata no, perché ha avuto una prestazione eccezionale per il Tuono. Finora in questa stagione, ha portato la squadra a 40 vittorie e al quinto posto nella Western Conference.

È ancora più avanti rispetto ai Rockets, che sono al sesto posto. Pertanto, penso che i Rocket dovrebbero scusarsi con lui perché non lo rispettavano in passato. Sebbene sia un veterano di 35 anni, non ha perso le sue capacità. È ancora una superstar che può fare miracoli.


wordpress hemsida wordpress hemsida